Rough Toys

Toyota 2000 GT, la E-type giapponese

2000gt

Pochi la conoscono, pochi ma entusiasti, perchè la Toyota 2000 GT è considerata la prima vera Gran Turismo giapponese e forse l’unica che possa considerarsi un’auto da collezione.

Pare incredibile come nel 1965 la Toyota, solitamente dedita alla produzione di utilitarie, abbia deciso di presentare al salone di Tokyo una siffatta meraviglia.

Ma si vede che erano anni magici e incoscienti anche per il Giappone…

2000 GT

Un progetto coraggioso

La GT 2000 in realtà nacque dalle menti visionarie dei progettisti Yamaha che la proposero prima alla Nissan e poi a quelli della Toyota, con cui collaboravano stabilmente

La Toyota ebbe il coraggio di metterlo in produzione e di crederci fermamente, stando alle parole del suo presidente.

“Fate tutto ciò che è necessario non solo per produrre la 2000GT, ma per renderla una delle migliori auto al mondo, se non la migliore”. 

(Schoichi Saito)

L’idea di partenza era contrastare lo strapotere delle Gran Turismo europee, in particolare Porsche 911 e Jaguar E, con una vettura semplice ma performante, nel tipico jap style.

Il risultato fu a dir poco entusiasmante.

toyota 2000gt

La rivale della 911

Tanto per intenderci, la Toyota 2000 GT fu la prima supercar costruita in Giappone, prodotta dal 1967 al 1970 in soli 351 esemplari, dei quali solo 62 hanno la guida a sinistra.

Le qualità della Toyota 2000 GT, oltre allo stile aggressivo e senza tempo (in stile Jaguar E-Type) tratteggiato da Satoru Nozaki, erano nascoste sotto il lungo cofano anteriore.

Se lo aprivi, infatti, potevi trovare  un sei cilindri in linea di 2 litri con doppio albero a camme in testa e una potenza massima di 150 CV a 7.000 giri/min. Il tutto abbinato ad un cambio manuale 5 marce che le permetteva di raggiungere i 217 km/h.

Caratteristica che la fece preferire dai giornalisti di Road & Track niente popò di meno che alla 911: apriti cielo!

Toyota 2000gt dashboard

Guest star di 007

Qualcuno si ricorderà della Toyota 2000 GT anche in “Si vive solo due volte”, uno dei primi Bond (quelli con Sean Connery per i pochi illetterati).

Ovviamente la guidava una Bond Girl, tale Aki, ma la Toyota faceva la sua gran bella figura, visto che era una versione cabriolet realizzata in due settimane per il film e che non vide mai la produzione.

Adesso mettevi pure a ridere, se volete, ma Daniel Craig l’ha definita “the best Bond car”, alla faccia delle Aston Martin.

Adesso non esageriamo…

bond girl

Un oggetto da collezione

Vi piace la Toyota 200 GT? Ne volete una per il vostro garage personale?

Preparatevi ad un vero e proprio salasso, l’ultimo esemplare è andato all’asta per 1,2 milioni di US dollars, non proprio due lire.

D’altronde, si è detto, ne hanno fatte solo 351, per cui è automatico che un esemplare ben conservato sia molto costoso.

Il budget non lo consente? a parte il modellino, potreste consolarvi con l’attuale coupé in listino Toyota, la GT86: non sarà elegantissimo od originale, ma va che è una bellezza e costa 28.000 euro, come una Golf accessoriata…

Toyota GT86

 

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top