Rough Toys

Royal Enfield @Wildays 2019

Trials

E poi ci sono quei venerdì caldi, di fine estate, che ti alzi e proprio non ce la fai, prendi il telefono, saluti tutti e vai a farti un giro in moto.
Se poi è Cesare di Royal Enfield che ti invita a provare la sua nuova Trials a Varano de’ Melegari, beh, fanculo tutti e si va…

Wildays

Wildays, un successo che si ripete

Perché proprio a Varano?

Perchè a Varano c’è un autodromo bellissimo dove ogni anno si radunano i Ruvidi a due e quattro ruote da tutta Europa in cerca di adrenalina, gas di scarico e macchie di olio.

Insomma, Wildays, una manifestazione di bikers, riders, sesso, birra, salamelle e rock’n roll della quale abbiamo già discusso.

Il caldo ancora torrido non frena di certo i Ruvidi, per cui Varano, here we come!

Trials

La Royal Enfield Trials, bella e paciarotta

Dopo un giretto fra gli stand, variopinti e rustici come impone il dress code, un abbraccio a Cesare e subito in sella alla Trials.

Che vi posso dire? sembrava di essere saliti sulla mia Scarab 50 dei sedici anni, il feeling di maneggevolezza era quello.

La Trials è bassotta il giusto (io sono un metro e settantacinque), con un angolo di sterzo favorevole, manubrio largo, baricentro basso, peso contenuto: una bicicletta, insomma.

Se pensate di trovare una moto più “facile” di questa, beh, compratevi uno scooter, ma neanche troppo grosso.

L’estetica è a dir poco coinvolgente, con quel telaio colorato verde army o rosso, quelle cromature evocative e le rifiniture di altissimo livello.

Se poi arriverà il doppio scarico di Zard in after market l’opera sarà completa.

Trials

Una bicicletta con la coppia di una seicento

È chiaro che la Trials non è nata per correre, solo uno  scemo cercherebbe le pieghe con una  scrambler retrò.

Ma il piacere di guidare questa moto è di un’altra categoria, appartiene decisamente allo slow food, come un buon panino al culatello con un bicchiere di rosso seduti in veranda.

Trials

La coppia è stupefacente, i 30 cavalli te li godi tutti e non serve scalare ogni tre secondi, vai che è una bellezza, entri in curva a ottanta  all’ora, sai che potresti pure fare di più ma sticazzi…

Trials

Frenata sicura, ABS, iniezione, emissioni in regola con Greta, tutto politicamente corretto insomma, con una moto del secolo scorso che ti restituisce antiche sensazioni (e un sound emozionante).

Trials

E il fuoristrada? Beh, non credo che comprando una motoretta così le mulattiere siano in cima ai vostri pensieri.

Diciamo che una pietraia di un placido fiumiciattolo o uno sterrato agreste sono  ampiamente alla sua portata.

Consigli per gli acquisti

No ragazzi, la RE non mi paga, non mi regala le moto, non ce n’è bisogno.

Royal fa oggi le motorette che più si avvicinano al mio concetto di due ruote: classiche, senza compromessi con la moda, ma senza problemi per circolare liberamente nel 2019.

Trials

E, soprattutto, per regalarci le sensazioni che credevamo perdute, per ridarci il piacere della guida e quelle vibrazioni sotto il culo che ci fanno sentire vivi.

Trials

 

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top