Rough Toys

Royal Enfield Bullet Trials: il classico non si discute

bullet trials 500

Conoscete già la mia passione smisurata per le ragazze a due ruota di oltremanica, soprattutto le cosiddette classics.

E la casa che detiene il primato in questo settore, Royal Enfield, annuncia con una punta di orgoglio, il ritorno sulle scene della Bullet 500 Trials, il classico dei classici.
Lanciata sul mercato per la prima volta nel 1932, la Bullet è il più antico modello di moto ancora in produzione al mondo e negli ultimi 87 anni ha continuato a stupire e rivoluzionare l’industria motociclistica grazie a un design distintivo, innovazioni tecniche inedite e un palmarès leggendario nei campionati internazionali di trial degli anni ’40 e ’50.

bullrt trials

Il ritorno di una leggenda

Pensata come un tributo alla versione del 1949 portata agli onori della cronaca da Johnny Brittain, imbattuto campione agli International Six Days Trials fino al 1965, la nuova Bullet Trials 2019 sarà nei concessionari nella versione con motore UCE da 498cc.

La linea iconica con l’elegante monosellino (ragazze-zainetto ciaone!) – completata da parafanghi rifiniti e portapacchi – cattura perfettamente il look dei modelli di inizio anni ’50, incorporando tecnologie moderne come il doppio freno a disco con ABS e sistema EFI.
Gli pneumatici con battistrada a tasselli garantiscono una migliore tenuta di strada e il manubrio rinforzato con traversino assicura il totale controllo del mezzo. Dotata di un silenziatore di scarico rialzato che ne determina una maggior altezza da terra, la nuova Bullet Trials 500 dispone inoltre di un set di cinque accessori specifici progettati ad hoc, tra cui uno speciale paracolpi per una maggiore protezione del motore.

Bullet RE

All’avanguardia nel 1949, un classico oggi

Bisogna ricordare che la Enfield   nel 1948 introdusse per la prima volta in assoluto su una moto di produzione le sospensioni a braccio oscillante, gli  ammortizzatori a olio e il forcellone sulla Bullet, una vera rivoluzione.

La prenotazione delle Bullet Trials 2019 è ora disponibile nei concessionari italiani e online su www.royalenfield.com

Il prezzo? Beh, proprio ruvido, direi: siamo sui 5.400 euro, ma neanche uno scooter…

Caratteristiche tecniche:
Nuovi pneumatici tassellati per una migliore aderenza fuori strada
Manubrio rialzato per migliorare l’ergonomia del pilota nella guida in fuoristrada
Traversino di rinforzo al manubrio
Silenziatore rialzato – maggiore spazio libero durante la guida fuori strada e durante gli attraversamenti d’acqua
Portapacchi – per trasportare facilmente un carico bagagli di 15 kg
Nuovi parafanghi – più spazio libero in condizioni di fango/slush
Fork Brace – migliore stabilità in tutte le condizioni della strada
Accessori chiave progettati e sviluppati per le Bullet Trials 2019:
Protezione motore compatta
Griglia per faro
Numero Scheda
Paracolpi in alluminio
Protezione del traversino del manubrio

RE Bullet trials

Vi piacerà? se siete ruvidi dentro…

La Trials non è per tutti e soprattutto non è per chi cerca la moto da zero a cento, e questo è più che palese.

Ma se volete essere diversi, anche filosoficamente parlando , è la moto per voi.

È ruvida nella sua essenza, semplice, figlia dell’ understatement so british, ma non puoi non notarla, chiederti a cosa serva una moto così.

E se non sapete darvi una risposta, andatevi a comprare una CBR o una ZZ.

Bullet trials

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top