Rough Toys

Renault 5 Alpine, morbida potenza

Renault 5 Alpine

Nel gruppetto delle belve da salotto in cima ai desideri degli sbarbati anni ’80 non si può ero tralasciare la Renault 5 Alpine.

Qualcuno lo chiama bullismo a quattro ruote, ma a noi sbarbati diciottenni piacevano solo quelle macchine lì, con la riga rossa sulla fiancata…

Renault 5 Le Car

Renault 5, alla conquista di nuovi clienti

Siamo all’inizio degli anni ’70 e i gusti degli automobilisti stanno cambiando, si delineano nuove esigenze più “alte” rispetto alla motorizzazione del dopoguerra.

Gli automobilisti delle grandi città, giovani, i famosi boomers, cercano piccole automobili più raffinate e performanti.

Siamo nel 1972 e nasce così la Renaut 5, che accontenta un po’ tutti ma non la fascia più alta, i giovani smanettoni con due lire in tasca.

Renault ha da giocarsi la carta Alpine, la scuderia che porta il marchio della losanga sui terreni fangosi dei rally o in pista, per cui ecco uscire dal cilindro la”bombinette”, piccola bomba pronta a contendere lo scettro a Golf Gti e A112 Abarth.

Come prezzo si collocava a metà strada, così come potenza e allestimenti.

Renault 5 Alpine

Renault 5 Alpine, sogno proibito del piedone da Bar Sport

Con quell’aria cicciotta, di quella tipa non esattamente amante dello sport, la “bombinette” traeva in inganno.

Sotto il cofano però c’era un millequattro pepato da 93 cv a 6400 giri: sono 30 cv in più rispetto alla 1.4 normale. grazie ad un aumento del rapporto di compressione e all’adozione di un carburatore Weber 35.

Il telaio era più sportivo con una barra antirollio anteriore, corpo vettura più basso e ammortizzatori più rigidi,

Il make up estetico prevede scudo paraurti con fendinebbia inferiori incassati, cerchi da 13” con canale maggiorato e un filo rosso sulla fiancata con l’indicazione ‘A5’ vicino allo spigolo della coda. 

Insomma, la Alpine non scherzava un cazzo, ma era solo l’inizio dell’avventura…

renault 5 gt turbo

Renault 5 Turbo, il salto di qualità

Casa Renault nell’82 tira fuori dal cilindro con un eccitante upgrade: nel mese di settembre l’R5 Alpine guadagna un turbocompressore Garrett (senza intercooler) e si trasforma in R5 Alpine Turbo.

La potenza sale a 110 cv ed è necessario montare freni a disco anche dietro. Le prestazioni migliorano decisamente: 0-100 in 7″5 e 185 km/h di punta massima.

Si fa sul serio e si insidia la vetta della Golf Gti, sino a quel momento top assoluto per noi ragazzetti dal piede pesante.

Era una bella gara ai semafori, anche per me che con la GTI 16V puntavo le bombette francesi ad ogni semaforo, incurante dei ghisa, per i non Milanesi, la Locale…

Ovviamente, quando passava la R5 Turbo, cioè la sorella da Rally, si faceva finta di niente e si guardava dall’altra parte.

Nel 1984 la prima serie uscì di scena, lasciando il passo alla Super5, ma si stavano avvicinando le sfide con le Peugeot 205 GTI.

R5 Turbo

 

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top