Gente Ruvida

Mike Tyson vs. Jake Paul, lo showbiz non dorme mai

Mike-Tyson-Jake-Paul

Parliamoci chiaro, i soldi non bastano mai, soprattutto se fai la vita di Iron Mike, con lamborghini e tutti gli annessi e connessi.
Cosa abbia convinto il mostro Mike a rimettersi in gioco alla veneranda età di 57 anni è fin troppo chiaro, ma vediamo cosa dobbiamo aspettarci noi, suoi fan della prima ora.

Mike Tyson

Mike Tyson, il bad boy per eccellenza

Premesso che Mike è stato sicuramente un grandissimo del pugilato, anche se non certo il più grande, soprattutto dal lato tecnico, ma sicuramente un gladiatore del ring.

Di lui impressionavano la furia devastante e la capacità di chiudere un match in pochi minuti, spesso in pochi secondi.

La sua parabola discendente è sicuramente legata allo stesso demone che gli accendeva il fuoco distruttivo, un incendio che ha avvolto la fine della sua carriera fino alle note vicissitudini giudiziarie.

Negli ultimi tempi una paziente opera di ricostruzione ha fatto di lui un personaggio più “rispettabile”, anche se la sua aureola di ruvidezza continua a farne un’ icona dell’universo social.

jake-paul

Jake Paul, la grande truffa

Ed è proprio dai social che proviene il suo avversario di questo gigantesco money match.

Stiamo parlando di Jake Paul, influencer della boxe, quello che una volta si sarebbe definito un amatore, cioè un non-professionista , (anche se ha la licenza), uno che ci prova, insomma…

Questo ragazzotto di 27 anni originario di Cleveland, ha un curriculum da ex attore di Disney Channel, segato per comportamenti inappropriati, oltre che da youtuber e da una serie di incontri con altri suoi pari tipo KSI, ex praticanti di MMA, nani e ballerine.

Per dirla con altre parole, un cazzaro che mena, niente di più, che però possiede un ottimo fiuto per il business, condiviso anche dal fratello Logan, inventore di un beverone osceno tipo Red Bull, ancora più tossico se possibile.

miketyson-jakepaul

Una pagliacciata? a occhio direi di si…

È chiaro che se tu sei Tyson e sei sempre a caccia di soldi perchè la bella vita ti piace e, come abbiamo premesso, i soldi non bastano mai, e una bella mattina ti telefona Jake Paul e ti propone un money match a sette zeri cosa fai? dici di no? ma non scherziamo…

Innanzi tutto  Mike uno come JP anche a 60 anni suonati non lo vede neanche…lui le botte vere le ha prese da gente seria, è stato in carcere, viene da una gioventù fatta di bande nel ghetto, quindi un fighetto come quello per lui non rappresenta un problema..

Tutto questo JP lo sa benissimo, conosce anche il potenziale esplosivo di Iron Mike, quindi non si esporrà a rischi. anche lui in fondo tiene famiglia.

È fin troppo evidente che ci apprestiamo a vedere una serie di almeno tre incontri (vince uno, rivincita, bella delle belle) se va bene, nei quali la boxe sarà solo un simulacro per vendere spazi pubblicitari su Netflix.

D’altronde, quello che veramente manca nella boxe oggi sono i personaggi, gente che catalizzi l’attenzione del grande pubblico, distratto da MMA o simili e sicuramente l’ultimo grande guerriero farà ancora il pieno in questo ultimo malinconico show.

Che naturalmente io non mi perderò

jp vs mike

 

 

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top