Fashion News

Gli stivali da cowboy, come e perchè

cowboy boots

Alzi la mano chi, almeno per una volta nella vita, non ha pensato di comprarsi un paio di stivali da gringo…e poi non se li è comprati davvero.

A dire la verità io non sono un grosso fan degli stivali, perchè li trovo scomodi e poco consoni al mio outfit, ma nel mio passato ho almeno un paio di acquisti.

Ciò non toglie che li ritenga un accessorio davvero speciale per chi abbia un look od un’attitudine adeguati.

cowboy

Le origini dei western boots

Da sempre per andare a cavallo sono stati usati stivali (per proteggere il polpaccio) con un tot di tacco, per adeguarsi alle staffe.

Ovviamente lo stile deriva dai modelli dei colonizzatori inglesi.tra cui lo stivale Wellington,  codificato dal Duca di Wellington.

Stiamo parlando di uno stivale dritto in pelle liscia con tacchi da un pollice e il gambale dritto.

Ma lo stivale dei cowboys si ispirò anche allo stivale dell’Assia, con un taglio a V nella parte anteriore.

I primi stivali da mandriano dovevano essere solidi (perché in viaggi che potevano durare mesi non si aveva certo la possibilità di cambiarli spesso), col tacco alto (lo esigeva la moda dell’epoca e morbidi (per non trasformare i piedi dei cowboys in spugne gonfie di sangue).

Gli stivali da cowboy Coffeyville  (da Coffeyville, Kansas intorno al 1870)  erano di pelle nera normalmente con tacco basso e cubano e i cowboys del Texas si riconoscevano per avere la loro “stella solitaria” intarsiata nel  gambale.

Gli stivali da mandriano continuarono ad evolversi attraverso tutto il 1800 e furono influenzati sia dai canoni di eleganza inglesi che da quelli messicani

La punta dello stivale è stata quadrata, tonda o sfilata (alla messicana) a seconda delle esigenze della clientela fino al 1950.

boots

Gli stivali e il Country-Western

Nel 1950, quando i rodei divennero una forma popolare di intrattenimento e  la musica country uscì dai confini della campagna del Midwest, la popolarità  degli stivali da cowboy arrivò alle stelle.

Da allora vennero prodotti in migliaia di colorazioni, forme e stili, con accessori sempre più scintillanti.

Elvis-Presley

Lo stivale perse la sua connotazione funzionale e diventa un simbolo di appartenenza e un accessorio da esibire.

Fin dai primi anni 1990 il fashion system si è impadronito dei cowboy boots rendendoli sempre più glam e audaci, grazie a testimonial come Madonna o i Depeche Mode.

madonna-miley-cyrus-

Durango, El Charro, Frye o Camperos?

Da sempre il popolo dei fan dello stivale si sono divisi per marca o forma, materiale o tacco.

Innanzi tutto va detto che tutte le case produttrici americane o messicane producono praticamente tutti i modelli di stivale, con qualunque forma.

Poi succede che gli importatori selezionino una o l’altra forma per cui un certo brand viene accomunato ad un certo modello.

Per cui i Frye erano quelli a punta quadra e i Durango erano a punta.

Basta guardare sui siti dei produttori per scoprire come stanno le cose…

Una parola va spesa anche per il compianto Freccia Bestetti, l’uomo che faceva gli stivali su misura più belli di Milano.

boots

Come indossare gli stivali da cowboy

Beh, ve lo devo spiegare io? stivale chiama jeans, è evidente…

Potete mettere i jeans dentro gli stivali  se sono molto stretti in fondo o viceversa se i jeans sono bootcut.

A me il denim piace scuro, ma anche molto lavato ha il suo perchè, ma con lo stivale non mi piace il jeans strappato.

Potete anche abbinare una bella camicia a scacchi o una di denim, ma forse l’ideale è proprio una t-shirt bianca o nera, con un bel perfecto nero.

D’inverno abbinerei un bel maglione Aran e un montone corto B3, ma sono solo alcune delle soluzioni possibili.

Una sola avvertenza: se siete alti un metro e un barattolo, evitate gli stivali con la punta molto sfilata, l’effetto comico è assicurato!

Cowboy boot and western

 

 

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top