Gente Ruvida

Kimbo Slice, il picchiatore ruvido

Kimbo Slice

Forse non molti tra di voi conosceranno Kimbo Slice, ma questo ragazzone di sicuro non può essere omologato come il solito combattente da ring.

Non stiamo parlando di un’icona di stile come Muhammad Ali o di uno scicchettone come Conor Mc Gregor, ma di un ragazzo ruvido davvero.

Kimbo Slice

Un ragazzone ben messo

Kimbo nasce Kevin Ferguson a Nassau, Bahamas nel 1974 da una famiglia piccolo borghese ed è un ragazzone enorme con una certa vocazione a far andare le mani.

La famiglia si trasferisce a Miami dove inizia gli studi e, arrivato alla High School viene notato dai Miami Dolphins che vedono in lui un buon quarterback e gli offrono una borsa di studio.

Lascia gli studi quindi per il football da professionista, ma, sfortunatamente, viene subito tagliato dai Dolphins.

Inoltre il ciclone Andrew gli distrugge casa per cui si ritrova col culo per terra e non gli rimane altro che fare il buttafuori.

Ma la fortuna lo assiste e “asuocuggino” gli trova un posto come autista/bodyguard delle limo per una casa di produzione di video porno, la Reality Kings.

Nel frattempo coltiva una insana passione per il pugilato da strada.

kimbo slice

I garden fights, una simpatica tradizione americana

In America non è vietato pestarsi per strada, se i due che si menano sono consenzienti e l’incontro non danneggia proprietà di terzi.

Non si può parlare di un vero circuito, che non esiste, ma di una serie di incontri con regole un po’ elastiche e senza veri arbitri, dove spesso i due in questione venivano divisi dagli spettatori.

Teatro degli eventi sono i giardini delle case private, da cui il nome “garden fights”.

La cassa di risonanza di questi incontri era ed è ancora il web, YouTube in particolare.

Il nostro Kimbo sembra nato per questo tipo di combattimenti anche perchè è un personaggione: faccia cattiva, tronco di palissandro, curriculum da buttafuori.

Si aggiunga che il ragazzo è discretamente preparato stilisticamente e fisicamente, visto il suo passato nel football.

Kimbo Slice

Dai giardini all’UFC

Uno così non poteva passare inosservato e ben presto organizzazioni come UFC e Bellator si interessarono a Kimbo Slice, non indifferenti al suo potere mediatico.

Il ragazzo si fa 10 incontri di MMA e 7 di pugilato con alterni risultati, diciamo più vinti che persi.

Alcuni di questi match videro opposti delle vere leggende delle MMA, per cui il giudizio su Kimbo sportivamente parlando si può dire positivo.

Era nettamente meglio nella gabbia che sul ring, vista la tecnica grezza ma efficace, ma la sua fama supera i risultati veri  propri, restando legata alla sua immagine di bad boy.

Questa fama gli regala anche qualche particina da cattivo nei film di azione di serie B, che comunque aiutano nel budget familiare.

Perchè è un bravo ragazzo…

Ma Kevin è un cattivo solo di facciata, nella realtà è un family man, con tanto di moglie e sei figli, che mantiene tutti i suoi parenti più o meno prossimi, suocuggino compreso.

Di lui non si hanno notizie né di risse fuori dal ring o dai giardini nè di relazioni con starlet del porno, eppure non gli sarebbero certo mancate le occasioni.

L’unico neo della sua vita da sportivo è il suo (presunto) uso di steroidi o anabolizzanti che dir si voglia, forse la vera causa della sua prematura dipartita.

Kimbo Slice ci ha lasciato nel 2016 per un’infarto improvviso e inaspettato per un atleta come lui, passando dalla cronaca sportiva alla leggenda degli sport da combattimento.

Peccato, di personaggi ma soprattutto di persone così c’è sempre bisogno, lui era davvero 

“Larger than life”

kimbo slice

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top