Rough Toys

Kawasaki Meguro, il ritorno

Meguro K3

Alla maggior parte di noi, diciamo la quasi totalità, i marchio Meguro dice poco o niente, neanche l’abbinamento con Kawasaki, cui si deve la riscoperta.

Ma ve l’ho già detto tante volte, ormai la parola d’ordine è retrotopia, cioè ritorno al passato, forse per cercare le emozioni che una moto di oggi, in questo caso, non riesce più a dare.

Meguro

Meguro, dal Giappone degli Shogun

Meguro Manufacturing Company nasce a Tokyo negli anni ’30, e dopo aver investito su Harley-Davidson sfruttando il crollo di Wall Street, ne acquisisce alcune tecnologie costruttive.

Il primo salto di qualità però lo fa con una riproduzione della BSA A7, negli anni ’50, denominata Meguro K, alimentata da un bicilindrico da 651 cc.Meguro K

Inizia così il successo di Meguro, per anni il secondo costruttore di moto giapponese, dietro alla sola Honda.

Il tentativo di produrre motoleggere la porta sull’orlo della bancarotta, così negli anni ’60 Kawasaki ne prende pieno controllo, dando il via a una serie di modelli di successo.

L’idea era di farne un marchio di elite per la produzione di modelli di rappresentanza e di grossa cilindrata.

Negli anni’60 il marchio però finisce dimenticato in un cassetto.

Meguro k2

Meguro, tu chiamala se vuoi retrotopia

Facciamo ora un salto avanti ai giorni nostri e un passetto indietro, alla decisione di Kawasaki Heavy Industries, la mamma capogruppo che decide di scorporare dal gruppo la divisione motocicli, viste le pesanti perdite dovute al Covid.

Questa decisione potrebbe aver spinto i responsabili ad una rivoluzione nel listino con l’introduzione di un secondo marchio parallelo, Meguro appunto, caratterizzato da prodotti retrò e fascinosi.

Perchè alla fine il prodotto, cioè la motocicletta, in casa Kawasaki ce l’avevano già: la ormai navigatissima W800, tolta dal listino un paio di annetti fa con grande rimpianto dei suoi estimatori.

La w800 era ed è un tentativo peraltro riuscito abbastanza bene di replicare il fenomeno Triumph Classic, con un mezzo decisamente bello ma, ahimè, privo di identità, castrato da quel marchio incongruo sul serbatoio.

meguro k3

K3 is the new W800

Ed ecco che Kawasaki motor registra nuovamente il marchio Meguro, sul web compare la foto qui sopra e contemporaneamente le foto delle nuove versioni della W800, classic e Cafè Racer.

W800

Aggiungete che si parla insistentemente di una versione ultra classic della Z900, di cui abbiamo lungamente tessuto le lodi in precedenza.

Se due più due farà effettivamente quattro, vedremo presto un nuovo brand sulla scena motociclistica mondiale, con un catalogo di ferri vintage attraenti.

Io sono un purista, quindi ben difficilmente queste ragazze dagli occhi a mandorla potranno indurmi al tradimento delle mie inglesine preferite, ma sarà sicuramente un piacere essere indotti in tentazione.

kawasaki meguro k3

 

 

 

 

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top