Rough Toys

Grenadier, il ritorno del fuoristrada

Grenadier

Parlo a voi, orfani del Defender e del Land Cruiser, ostili ai SUV e ai finti fuoristrada da aperitivo: preparatevi a gioire, è in arrivo Ineos Grenadier.

Non è un giocattolo per portafogli leggeri, ma, visto che a noi piace anche sognare, andiamo nel dettaglio di questo incredibile gioiello per happy few.

Grenadier

Non ci siamo già visti da qualche parte?

Inutile nascondersi, è una replica del Defender, non siamo poi così polli da non capirlo…ma non serviva modificare qualcosa che ormai aveva raggiunto la perfezione.

Il progetto parte nel 2017 su iniziativa di Sir Jim Ratcliffe, un magnate inglese classe 1952, presidente del colosso petrolchimico e chimico-speciale Ineos Group, e amante dell’avventura e degli sport estremi.

Che si diletti con avventure piuttosto costose lo dimostrano le sue precedenti iniziative imprenditoriali: la Scuderia Mercedes-AMG in F.1, l’OGC Nice nella Ligue 1 francese di calcio, il ciclismo e l’America’s Cup di vela.

ineos grenadier

Per realizzare questo progetto si sono cercate partnership di livello assoluto: Magna Steyr per l’assemblaggio e lo sviluppo generale, BMW per la motorizzazione, il  Gruppo Carraro (specializzato in mezzi agricoli e movimento terra) per gli assali e la ZF per il cambio automatico a otto rapporti. 

Il tutto a disposizione di un gruppo di dirigenti e tecnici dalla solida esperienza nei marchi Bentley, Daimler, Ford, Lotus, Jaguar-Land Rover, Tesla e Volkswagen. 

ineos grenadier

Una ragazza semplice

E alla fine ecco a voi una ragazza semplice, un fuoristrada (abbastanza) puro e duro dedicato ai gentleman farmers o ai contadini veri e propri, agli amanti del fango e dell’avventura o, perchè no, alle forze armate.

Stiamo parlando di motori tradizionali da tremila cc benzina o diesel, senza escludere domani l’ibrido, con interni senza troppi fronzoli ma lavabili, una carrozzeria squadrata che tira giù i muretti e ignora i carrozzieri, insomma, qualcosa di simile ad un trattore ben vestito, con una capacità di carico di tutto rispetto.

Quali sono i punti deboli di questo progetto? beh, uno è proprio l’assoluta somiglianza al Defender, ma se vi piace il genere questo non può considerarsi un difetto.

E poi il prezzo finale: l’oggetto del nostro desiderio è in uscita per fine 2021 e ancora non trapela niente, ma con questi presupposti non sarà certo pret a porter…

Ma noi siamo ricchi in sogno e comunque ci saranno anche i Granatieri usati, speriamo in bene…

ineos grenadier

 

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top