Fashion News

Avirex, l’America che ci piace

heroes

Da che ho memoria ho sempre indossato i chinos e quelli della Avirex sono sempre stati i miei preferiti.

Forse sarà  per la qualità, ma molto ha sempre giocato lo stile, sempre uguale a se stesso, ma sempre attuale, iconico, semplice ma cool…

Forse sarà perchè sono rimasto congelato dagli anni’80 come Capitan America? No, ragazzi, c’è di più.

avirex

 

PER I PIÙ PIGRI

Avirex, Civilian and Military tailors

La storia di Avirex é quella di una piccola fabbrica di Long Island – New York – che produceva un esiguo numero di giacche in pelle per la Marina, le forze aeree e le forze militari americane.

Non esiste una data certa che attesti l’inizio della produzione ma da alcuni documenti si deduce che l’attività iniziò a cavallo tra le due guerre. Il marchio Avirex disponibile per il grande pubblico nacque nel 1975.

‘Avirex’ deriva dall’unione di due termini latini: avis – volatili, aviazione e rex, cioè re…, tanto per ribadire la parentela con l’aviazione.

Avirex, insomma, significa abbigliamento di chiare origini militari, come il famosissimo giubbotto Top Gun e i ben noti Chinos, i pantaloni nati per i piloti che operavano in estremo oriente, cioè “China”, per intenderci.

Tom e Kelly

 

Classic Sportwear

La collezione Avirex in realtà è molto vasta e spazia sulla totalità dell’outfit di uno sportwear contemporaneo, scarpe, camicie, polo, sweatshirts e piumini compresi, per fare degli esempi, tanto da avere preso le distanze dallo spirito militare ed essersi affermata nel contemporary style metropolitano.

Un capo che in Avirex sanno fare benissimo è la field jacket, di  derivazione militare, certo, ma con un fit molto attuale ed “europeo” che ti permette di stare comodo senza farti sembrare uscito da un blindato in Afghanistan.

Il giubbotto Top Gun, poi, resterà per sempre nei nostri occhi, insieme a Tom Cruise, alla Kawasaki, ma, soprattutto a Kelly Mc Gillis…

Top_Gun_tom_cruise_bike

PER NON DIMENTICARE

Acquista su Amazon.it

I Chinos, mon amour

Al di là delle chiacchiere da show room, però, io sono innamorato dei chinos, cioè di quei pantaloni comodi che puoi portare veramente con  tutto, in tutte o quasi le occasioni, abbinati perfettamente al chiodo o al blazer blu, alla t-shirt dei Ramones o alla camicia bianca button-down.

E ai piedi? boh, l’imbarazzo della scelta, dalle Tricker’s ai Blundstone, oppure un paio di Stan Smith bianchissime…

Inutile dire poi che i chinos esistono in tanti colori, ma la loro vera essenza è il khaki, cioè quel colore nato da esigenze militari con il tramonto definitivo nel ventesimo secolo delle divise “colorate”, per intenderci con la guerra di trincea e la necessità di mimetismo.

Sta bene con tutto, si abbina a tutti i colori dell’iride, una carta da giocarsi alla mattina quando non sappiamo cosa buttarci addosso.

Insomma, i Chinos sono dei jolly, con quelle tasche a filo, senza pinces, gamba dritta un po’ asciuttina, stanno bene un po’ a tutti i fisici senza essere per forza sportivi e “rustici” come il denim.

chinos

Un buon investimento

Parliamo di soldi: i chinos costano circa 140 euro. Poco? Tanto? A seconda del budget, ovvio, il discorso cambia, ma comprando un paio di chinos avrete comunque un paio di pantaloni molto sfruttabili, praticamente undici mesi l’anno, tagliati come Dio comanda e sempre cool.

Se poi il budget è particolarmente stringente, tenete presente gli outlet, dove sono sempre in stock!

Avirex--

SHOPPING ON LINE!

 

 

 

 

 

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top