screen stars

A Bronx Tale, delitto di lesa maestà

bronx

C’era una volta Bronx,un grande film, forse una delle ultime interpretazioni degna di nota di Robert de Niro, da lui diretto e prodotto.
Nel cast brillava anche un altro grande paisà di hollywood, Chazz Palmintieri, nel ruolo principale, cioè quello del boss di quartiere, del Bronx, appunto.

Agiungete pure che il soggetto, la storia insomma, era opera proprio di Chazz, uno scorcio della sua gioventù decisamente alternativa.

bronx

Bronx, un pezzo di America

Per chi non l’ha visto, suggerisco un dvd o un download immediato, pena la scomunica.

Non sarà un capolavoro imperdibile come il Padrino, che è il film della mia vita, ma di sicuro può stare nella rosa dei titoli che raccontano la storia di noi Italiani in terra straniera.

Ma è anche molto di più, è uno spaccato di vita familiare nel ‘900, con una dinamica di rapporti padre/figlio che scalda il cuore e inumidisce gli occhi.

Sarà pure una storia scontata, dei buoni sentimenti, chiamatela come volete, ma noi Italiani questo siamo, la famiglia, e dobbiamo ricordarcelo.

Io ci metterei la dinamica del rapporto padre-figlio, un tema che sento moltissimo, quando De Niro  oppone l’onestà dei suoi valori al successo del boss Palmintieri, vincentw+e nel microcosmo del quartiere.

Chiunque fra di noi abbia un figlio sa di cosa parlo, e Robert in tutto il suo splendore rendeva in pieno questa tensione.

Bronx

A Bronx Tale, il musical

A un certo punto a Palmintieri viene l’ideona: il soggetto è mio, vanno di moda i musical a teatro, perchè alla fine la gente vuole divertirsi, e tac, due piccioni con una fava.

Ora, ditemi voi, ma come diavolo riesci a tirar fuori il vero significato della storia mescolandolo a musichette anni’50 e ballerini doo-wop?

Alla fine salta fuori un mix di Jersey Boys, West Side Story, fino ad arrivare a Grease, musical rispettabilissimi, per carità, ma che danno al tutto un sapore di già visto e di banale.

bronx tale

Bronx meritava decisamente di più, forse un allestimento tradizionale, con degli attori che replicassero la drammaticità della storia.

Non certo dei ballerini vestiti in stile American Graffiti…

Provaci ancora, Chazz!

a_bronx_tale

 

 

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top